ERROR: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ' active_time = 1503052722, active_ip = '54.166.152.111', ac' at line 2
---
REPLACE INTO it_active SET active_id = , active_time = 1503052722, active_ip = '54.166.152.111', active_user_agent = 'CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)', active_session = 'j7u72qd90a5co8r74eh3jcgkt4'
---
ERROR: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ') ORDER BY comment_date ASC' at line 3
---
SELECT * FROM it_comments, it_users WHERE user_id = comment_author_id AND comment_topic = 170885 AND comment_type = 'articles' AND (comment_state = 1 OR comment_author_id = ) ORDER BY comment_date ASC
---
You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ') ORDER BY comment_date ASC' at line 3 Ostuni e Otranto: storie di domini e di narrazioni epiche


Article Marketing » Viaggi-e-vacanze » Viaggi-e-turismo » Ostuni e Otranto: storie di domini e di narrazioni epiche



Ostuni e Otranto: storie di domini e di narrazioni epiche


Preleva il codice html | PDF | Stampa
scritto da: Quentin - Visite: 0 - Numero di parole: 454 - Data: 19 Jul 2017 - Ora: 12:21 PM 0 commenti




La Puglia, per tradizioni, retaggi e peculiarità, ha sempre puntato su un turismo stagionale e sulla bellezza delle sue coste. Poche, infatti, sono le città in grado di garantirsi un flusso costante di visitatori anche lontano dalla bella stagione. Gli hotel di Otranto o i b&b a Ostuni, però, lavorano a pieno regime per tutto l’anno. Otranto e Ostuni presentano molte differenze: il primo è un borgo da appena 5.000 abitanti, il secondo supera le 30.000 presenze fisse; il borgo in provincia di Lecce e quello del brindisino, però, trovano anche diversi punti di convergenza.

Ostuni e Otranto

Sia Ostuni che Otranto sorgono sulla costa adriatica ed entrambe le realtà svolsero un ruolo di riferimento nel corso dei secoli XV - XVII per ciò che concerneva il traffico marittimo e le attività mercantili. Trattandosi di due centri relativamente ricchi e di due snodi di significativa importanza dal punto di vista politico-militare, Ostuni e Otranto furono interessati nel corso della loro storia millenaria da continue invasioni e da un sistematico avvicendamento al potere. Ciò che resta oggi sono due borghi ricchissimi dal punto di vista artistico in cui le istanze e gli stilemi bizantini, rinascimentali, gotici e barocchi convergono e si armonizzano con equilibrio e suggestione. Anche per tale ragione, Ostuni e Otranto restano mete di riferimento per il turismo di Puglia.

I drammi del martirio e della peste

Seppur in epoche e secondo dinamiche del tutto differenti, Ostuni e Otranto condividono anche una storia di sofferenze inenarrabili e che segnarono profondamente l’intera identità dei posti. Otranto fu a lungo minacciata dall’esercito Ottomano che, nel corso del 1480, riuscì a fare breccia nelle difese idruntine e ad espugnare la città. L’armata turca, guidata da Maometto II, saccheggiò la città e impose alla cittadinanza di rinunciare al Cristianesimo per abbracciare la fede islamica. Oltre 800 abitanti, che rifiutarono la conversione, furono trucidati, entrando alla storia come i Martiri d’Otranto. Ostuni visse il proprio dramma nel corso del ‘600: la famiglia mercantile dei Zevallos aveva acquistato la città dagli Asburgo. Dopo anni di malgoverno, Ostuni fu afflitta da una violenta epidemia di peste che ridusse la popolazione da 17.000 a 10.000 mila abitanti. Si narra che solo la presenza massiccia di calce, da sempre utilizzata per imbiancare gli edifici, salvò la città dalla totale distruzione: la calce, infatti, svolge una naturale funzione disinfettante e fu fondamentale per limitare le dimensioni della pandemia.



Note biografiche dell'autore

Danilo, web editor dal 2011, appassionato da sempre di storia delle tradizioni del Salento.



Pubblica e condividi questo articolo

Per pubblicare questo articolo sul tuo sito o blog clicca qui per prelevare il codicie HTML
Ricorda: il corpo dell'articolo, il titolo, Note biografiche dell'autore e i link non possono essere né cambiati né rimossi. Per pubblicare questo articolo devi aver letto ed accettato i termini del servizio.


Rating: Nessun voto espresso
Per votare effettua il login

Commenti

Nessun commento.

Invia un commento

Per inviare un commento devi prima effettuare il login.










Autori top

Social Bookmark
Bookmark to: Mr. Wong Bookmark to: Webnews Bookmark to: Icio Bookmark to: Oneview Bookmark to: Linkarena Bookmark to: Favoriten Bookmark to: Seekxl Bookmark to: Kledy.de Bookmark to: Social Bookmarking Tool Bookmark to: BoniTrust Bookmark to: Power Oldie Bookmark to: Bookmarks.cc Bookmark to: Favit Bookmark to: Bookmarks.at Bookmark to: Shop-Bookmarks Bookmark to: Seoigg Bookmark to: Newsider Bookmark to: Linksilo Bookmark to: Readster Bookmark to: Folkd Bookmark to: Yigg Bookmark to: Digg Bookmark to: Del.icio.us Bookmark to: Facebook Bookmark to: Reddit Bookmark to: Jumptags Bookmark to: Simpy Bookmark to: StumbleUpon Bookmark to: Slashdot Bookmark to: Propeller Bookmark to: Furl Bookmark to: Yahoo Bookmark to: Spurl Bookmark to: Google Bookmark to: Blinklist Bookmark to: Blogmarks Bookmark to: Diigo Bookmark to: Technorati Bookmark to: Newsvine Bookmark to: Blinkbits Bookmark to: Ma.Gnolia Bookmark to: Smarking Bookmark to: Netvouz

Statistiche

Categorie presenti: 0
Articoli totali: 8951
Autori iscritti: 19810
0 utenti online.

Copyright © 2017 article-marketing.biz - Tutti i diritti riservati - Powered by link UP Europe! P.IVA 09257531005
Associazione Culturale per l'uso didattico ed etico dell'informatica
Sede legale: Via Pietro Rovetti, 190 - 00177 - ROMA