ERROR: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ' active_time = 1508449119, active_ip = '54.166.245.10', act' at line 2
---
REPLACE INTO it_active SET active_id = , active_time = 1508449119, active_ip = '54.166.245.10', active_user_agent = 'CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)', active_session = '6kvjflau72fo74vme2gcl7nde3'
---
ERROR: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ') ORDER BY comment_date ASC' at line 3
---
SELECT * FROM it_comments, it_users WHERE user_id = comment_author_id AND comment_topic = 3000 AND comment_type = 'articles' AND (comment_state = 1 OR comment_author_id = ) ORDER BY comment_date ASC
---
You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ') ORDER BY comment_date ASC' at line 3 Abusi e crimini dei caschi blu dell’ONU


Article Marketing » Societa » Politica » Abusi e crimini dei caschi blu dell’ONU



Abusi e crimini dei caschi blu dell’ONU


Preleva il codice html | PDF | Stampa
scritto da: Dino - Visite: 553 - Numero di parole: 510 - Data: 21 Sep 2007 - Ora: 7:42 PM 0 commenti




Scandaloso: in molti paesi ausiliati dai Caschi blu dell'Onu, come Haiti e la Liberia, avvengono orribili violenze e violazioni di ogni genere dei diritti fondamentali dell'uomo.

I Caschi blu dell'Onu dovrebbero, teoricamente, proteggere le popolazioni, controllarne la stabilità, ristabilirne la pace. Tuttavia in molti paesi hanno spesso fallito a fatto di peggio. Basta pensare al Sierra Leone dove non limitarono in nessun modo l'attività criminale delle Corporation che pagavano milizie per assicurarsi le risorse diamantifere. Difesero gli interessi delle Corporation combattendo contro tutti coloro che volevano una maggiore trasparenza nella gestione delle risorse del paese.

Ci sono stati diversi scandali, ovviamente poco denunciati e trasmessi alla pubblica opinione, compiuti dai Caschi blu dell'Onu. Proprio in quei paesi in cui dovevano attuare missioni di "peacekeeping", hanno in vero commesso una serie di crimini contro la popolazione civile e soltanto in pochissimi casi si è avuto un regolare processo e una condanna penale. Hanno ucciso, violentato e maltrattato migliaia di civili. La lista dei casi documentati è lunghissima anche se poco diffusa dai media.

Anche nel 2006 secondo un rapporto pubblicato su The Lancet nell'agosto dello stesso anno, sono emersi numerosi casi di abusi sessuali da militanti dei Caschi blu ad Haiti e in Liberia. Ad Haiti. Cosa possono fare le 32mila donne e bambine stuprati negli ultimi due anni? Cifre e casi che fanno davvero male solo a sentirli nominare. Portatori di pace che si uniscono ai già innumerevoli portatori di violenze e crimini.

Si possono citare molte altre fonti per chi è più scettico: Un rapporto del maggio 2006 sui campi profughi liberiani, redatto da "Save the Children", accusa i Caschi blu di aver obbligato bambini a prestazioni sessuali in cambio di cibo, birra o per un giro in automobile. Questo abuso di potere è inammissibile e occorrono in molti altri paesi quali Bosnia, Congo, Rwanda, Kosovo, Ucraina, Somalia ecc. In quasi tutte le missioni, i Caschi blu agiscono a favore delle dominanze politiche e militari più forti, per le dittature o per i poteri tirannici che sottomettono il popolo. Le stesse Nazioni Unite, colei che in realtà pemette tutto ciò dietro un velo di apparente apprensione, indagarono su un periodo compreso tra maggio a novembre del 2004 e ne pubblicarono un rapporto all'inizio del 2005 da cui emerse che negli ultimi 12 anni i reati dei Caschi blu contro le popolazioni erano aumentati. Fatti, quindi, reali e documentati e privi di una reale risposta.

Per chi volesse maggiori informazioni può cercare l'esito di molte missioni dei caschi blu e l'esito di svariati eventi ad essi connessi nel web, nelle librerie, nei giornali non censurati. Si trattano di casi molto gravi e pesanti per cui invitiamo ad una attenta ricerca di informazione, dato che, come sappiamo, vi è un forte problema di censura verso molti crimini connessi agli interessi politici, civili ed economici.

 



Note biografiche dell'autore

Dino F., redazione di article marketing



Pubblica e condividi questo articolo

Per pubblicare questo articolo sul tuo sito o blog clicca qui per prelevare il codicie HTML
Ricorda: il corpo dell'articolo, il titolo, Note biografiche dell'autore e i link non possono essere né cambiati né rimossi. Per pubblicare questo articolo devi aver letto ed accettato i termini del servizio.


Rating: Nessun voto espresso
Per votare effettua il login

Commenti

Nessun commento.

Invia un commento

Per inviare un commento devi prima effettuare il login.










Social Bookmark
Bookmark to: Mr. Wong Bookmark to: Webnews Bookmark to: Icio Bookmark to: Oneview Bookmark to: Linkarena Bookmark to: Favoriten Bookmark to: Seekxl Bookmark to: Kledy.de Bookmark to: Social Bookmarking Tool Bookmark to: BoniTrust Bookmark to: Power Oldie Bookmark to: Bookmarks.cc Bookmark to: Favit Bookmark to: Bookmarks.at Bookmark to: Shop-Bookmarks Bookmark to: Seoigg Bookmark to: Newsider Bookmark to: Linksilo Bookmark to: Readster Bookmark to: Folkd Bookmark to: Yigg Bookmark to: Digg Bookmark to: Del.icio.us Bookmark to: Facebook Bookmark to: Reddit Bookmark to: Jumptags Bookmark to: Simpy Bookmark to: StumbleUpon Bookmark to: Slashdot Bookmark to: Propeller Bookmark to: Furl Bookmark to: Yahoo Bookmark to: Spurl Bookmark to: Google Bookmark to: Blinklist Bookmark to: Blogmarks Bookmark to: Diigo Bookmark to: Technorati Bookmark to: Newsvine Bookmark to: Blinkbits Bookmark to: Ma.Gnolia Bookmark to: Smarking Bookmark to: Netvouz

Statistiche

Categorie presenti: 0
Articoli totali: 8951
Autori iscritti: 19810
1 utenti online.

Copyright © 2017 article-marketing.biz - Tutti i diritti riservati - Powered by link UP Europe! P.IVA 09257531005
Associazione Culturale per l'uso didattico ed etico dell'informatica
Sede legale: Via Pietro Rovetti, 190 - 00177 - ROMA