Article Marketing » Economia-e-lavoro » L'attività produttiva mondiale a più rapida crescita: l'acquacoltura



L'attività produttiva mondiale a più rapida crescita: l'acquacoltura


Preleva il codice html | PDF | Stampa
scritto da: Arianna - Visite: 1013 - Numero di parole: 726 - Data: 23 Sep 2007 - Ora: 9:10 PM 0 commenti




Tra infinite attività produttive risulta quasi incredibile credere che l'acquacoltura è quella a più rapida crescita. In un decennio le produzioni d'acquacoltura sono passate da 13,13 milioni di tonnellate nel 1990, a 47,71 milioni di tonnellate nel 2000, poco meno del pescato modiale (FAO, 2003). La pesca nello stesso periodo ha avuto in incremento appena dell'1%

 

Le origini dell'acquacoltura sono antichissime, si hanno prove di carpicoltura in Cina risalenti a 5000 anni fa e persino di appositi stagni costruiti per la pescicoltura risalenti al 1130 a.C.; Sempre in Cina, Fan Li scrisse nel 500 a.C. il primo trattato conosciuto di piscicoltura. Anche nella cultura egiziana si praticava la  pescicoltura e da questa hanno preso poi spunto le attività piscicole di Fenici, Etruschi e Romani lungo le aree costiere. In Italia, durante l'epoca romana, nei laghi costieri, nelle lagune o in apposite depressioni alimentate con acqua marina venivano allevate spigole e orate, considerate molto pregiate, e per le quali si ritrovano citazioni nei ricettari del tempo come ad esempio nel De re coquinaria di Apicio del I secolo d.C.

 

L'attenzione nei confronti dell'acquacoltura è stato posta in disparte per molto tempo ed oggi, contemporaneamente alla maggiore attenzione verso una corretta nutrizione ed una maggiore salvaguardia delle risorse naturali, tra cui quelle ittiche, si sta nuovamente riaffermado. I prodotti di acquacoltura hanno la caratteristica di essere prelevati nelle quantità richieste dal mercato e arrivano al consumo poche ore dopo essere stati pescati, mostrano un trend in aumento degli acquisti per un loro minore costo rispetto ai prezzi di qualche anno fa che erano dettati sopratutto dal mercato della pesca. Tutto ciò è appoggiato ed incrementato dalla consapevolezza del loro elevato valore nutrizionale percui di fatto i prodotti ittici sono molto richiesti. Certamente un consumatore esperto sentirà notevoli differenze organolettiche tra un prodotto allevato ed uno pescato in mare aperto.

 

Troticoltura in gabbie galleggianti - Fonte: www.regione.emilia-romagna.itQuello che indubbiamente cambia dal punto di vista biologico è la quantità di materia grassa contenuta nelle specie allevate (comunque molto ricche di omega3) senza però nulla togliere alle proprietà nutritive del pesce. In contrasto con la mole delle produzioni colturali terrestri, basato su un numero limitato di animali e piante, le specie acquatiche finora coltivate sono più di 210, sopratutto pesci, molluschi e crostacei e sono in continuo aumento le specie candidate alla coltivazione.

 

Seppure gli allevamenti intensivi (allevamenti in vasche, vasche galleggianti o recinti e la cui alimentazione è fornita interamente dall'uomo per mezzo di mangimi artificiali bilanciati) non danno la possibilità al pesce di svilupparsi come una comune specie selvatica facendone aumentare, quindi, la materia grassa, è anche vero che i mangimi utilizzati sono a base di farina di pesce e olio di pesce, in percentuali che variano dal 50% fino all' 80%. L'impiego di tali materie è determinante per l'ottenimento di un mangime di elevata qualità perché non sono dei sottoprodotti ma dei derivati da pesce fresco di basso pregio commerciale. Si utilizzano anche amido e farina di soia e sicuramente è vietata la somministrazione di farine animali ed ormoni per incrementare lo sviluppo corporeo.. un passo avanti rispetto all'allevamento animale intensivo.

 

Infine l'importanza sempre maggiore della preservazione ambientale sta spingendo l'attività produttiva verso una scelta di acquacoltura di tipo eco-compatibile  quindi verso un allevamento che sia, in primis, di tipo estensivo e la cui alimentazione sia naturale ovvero dato dalle risorse trofiche dell'ambiente. Contribuendo ad alleviare la condizione tuttora deficitaria della nostra bilancia alimentare in materia di prodotti ittici, l'acquacoltura sta risultando un vero affare, sia per il benessere e le tasche del consumatore, sia per il mercato. Infine una scelta di tipo eco-compatibile non può che incrementarne la fama e il rispetto.



Note biografiche dell'autore

Arianna D.P., redazione di article marketing



Pubblica e condividi questo articolo

Per pubblicare questo articolo sul tuo sito o blog clicca qui per prelevare il codicie HTML
Ricorda: il corpo dell'articolo, il titolo, Note biografiche dell'autore e i link non possono essere né cambiati né rimossi. Per pubblicare questo articolo devi aver letto ed accettato i termini del servizio.


Rating: Nessun voto espresso
Per votare effettua il login

Commenti

Nessun commento.

Invia un commento

Per inviare un commento devi prima effettuare il login.










Autori top

Social Bookmark
Bookmark to: Mr. Wong Bookmark to: Webnews Bookmark to: Icio Bookmark to: Oneview Bookmark to: Linkarena Bookmark to: Favoriten Bookmark to: Seekxl Bookmark to: Kledy.de Bookmark to: Social Bookmarking Tool Bookmark to: BoniTrust Bookmark to: Power Oldie Bookmark to: Bookmarks.cc Bookmark to: Favit Bookmark to: Bookmarks.at Bookmark to: Shop-Bookmarks Bookmark to: Seoigg Bookmark to: Newsider Bookmark to: Linksilo Bookmark to: Readster Bookmark to: Folkd Bookmark to: Yigg Bookmark to: Digg Bookmark to: Del.icio.us Bookmark to: Facebook Bookmark to: Reddit Bookmark to: Jumptags Bookmark to: Simpy Bookmark to: StumbleUpon Bookmark to: Slashdot Bookmark to: Propeller Bookmark to: Furl Bookmark to: Yahoo Bookmark to: Spurl Bookmark to: Google Bookmark to: Blinklist Bookmark to: Blogmarks Bookmark to: Diigo Bookmark to: Technorati Bookmark to: Newsvine Bookmark to: Blinkbits Bookmark to: Ma.Gnolia Bookmark to: Smarking Bookmark to: Netvouz

Statistiche

Categorie presenti: 0
Articoli totali: 8951
Autori iscritti: 19810
1 utenti online.

Copyright © 2017 article-marketing.biz - Tutti i diritti riservati - Powered by link UP Europe! P.IVA 09257531005
Associazione Culturale per l'uso didattico ed etico dell'informatica
Sede legale: Via Pietro Rovetti, 190 - 00177 - ROMA